fbpx skip to Main Content

Nove giorni della settimana.

Sole era sempre felice di poter passare le sue giornate insieme al suo papà, che però lavorava molto fuori casa e la bambina poteva trascorrere del buon tempo con lui solo il Sabato e la Domenica.

Avrebbe preferito che il Sabato e la Domenica durassero di più di 24 ore ciascuno.

Spesso la bambina si chiedeva chi avesse inventato solo 2 giorni di riposo e 5 di lavoro. Non sarebbe stato meglio 5 giorni per lavorare e 4 di weekend?

Era Venerdì sera, il preludio ai suoi 2 giorni col papà.

Sole quella sera andò a dormire prima del solito, di modo che, il Sabato mattina si sarebbe potuta svegliare presto, per godere del tempo extra con suo padre.

Ecco finalmente Sabato: Sole si trovava a casa con sua mamma, suo papà e tutti i suoi amici animali. Era pomeriggio, e la piccola stava giocando in giardino col papà ad acchiapparella e Sole rideva rideva e rideva!

Era felice, tutti erano felici!

Il giorno dopo, Sole si trovava ancora in giardino a giocare con tutti i suoi amici animali, ma era anche un pò triste, perchè ogni volta che arrivava il Sabato arrivava anche la Domenica, ed era l’ultimo giorno che poteva stare col suo papà. Avrebbe dovuto aspettare un’altra lunghissima settimana per stare di nuovo insieme a lui!

Invece il papà era felice e faceva volare la bambina in alto e poi in giravolta, ancora ed ancora un’altra volta!

Sole non capiva perché il papà fosse così euforico, forse gli piaceva così tanto il suo lavoro che non vedeva l’ora di tornarci, invece lui era felice perché oggi non era Domenica, ma il secondo Sabato. Sole aveva ancora tutta una Domenica e la seconda Domenica della settimana per stare insieme al suo papà!

Era entusiasta!

Praticamente non esistevano più sette giorni della settimana, ma nove: c’erano Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, il secondo Sabato, Domenica e la seconda Domenica, ed era fantastico!

Sole passava tanto tempo col suo papà adesso ed era felice, giocavano, andavano a fare lunghe passeggiate, tornavano, mangiavano tutti insieme e la sera prima di andare a dormire decidevano già il programma per il giorno successivo: una gita fuori porta, un’esplorazione segreta, un mega disegno da colorare.

I giorni di colpo erano diventati di più da trascorrere insieme, sembrava di vivere una vacanza, senza essere in vacanza!

“Sole, bambina mia, sveglia! Non vorrai passare tutta la mattina a fare la pigrona a letto! Quando andiamo a giocare?” Sole che dormiva ridendo si svegliò di colpo senza capire cosa stava accadendo.

Raccontò a suo padre che lei era già sveglia, e stava già giocando con lui e che era la loro seconda domenica oggi! Ma il papà le spiegò ridendo:

“Sole,piccola mia, era solo un sogno!”

Nel suo sogno Sole riusciva a vedere la realtà mischiata alla sua immaginazione ed alla sua volontà di avere più giorni della settimana.

Rimase un pò male che tutto quello che aveva visto non era accaduto realmente però era felice, perchè aveva fatto un sogno fantastico e decise, che passati questi due giorni con suo padre, da Lunedì avrebbe rifatto lo stesso sogno così ciò che nella realtà non poteva cambiare, lo avrebbe almeno continuato a sognare, come se fosse vero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca